Programma


 

 

 

Il San Daniele e le peculiarità culturali e artistiche del suo territorio verranno raccontati anche attraverso una serie di appuntamenti. Così di questa terra da solcare lungo i percorsi e gli itinerari di un turismo senza fretta e senza tempo che dal punto di vista del paesaggio e del gusto non ha eguali in Italia, parleranno personaggi di grande spessore culturale legati al Friuli da un affetto sincero e profondo. E lo faranno smascherando sorprese e misteri di un territorio che nei giorni di Aria di Festa farà scoprire ai suoi ospiti tutto lo splendore dei suoi inimitabili tesori.

Sono in programma eventi e incontri con importanti nomi del mondo della cultura, dello spettacolo, della gastronomia, della musica e del teatro, tra cui Lodovica Comello, Gianfranco Vissani, Morgan e Valentino Corvino, Lella Costa e Giuseppe Battiston.

Sabato 23 Giugno, Cinema Splendor – ore 16.00

Nostalgie mondiali

Un’estate senza Italia ai Mondiali? Poco male: ci si può divertire  lo stesso! Basta mettere assieme dei funambolici commentatori sempre e comunque fantasiosi, esuberanti e divertenti; come rinunciare a una telecronaca in diretta e dal vivo, pazza come non mai, imprevedibile, multilingue e comunque unica e inimitabile grazie alla straordinaria partecipazione di Sergio Tavcar, Daniel Samba, Massimo Campazzo? I tre improvviseranno una telecronaca dal vivo del secondo tempo di Belgio-Tunisia. Ovvero come far sì che il calcio torni a essere occasione di divertimento, ironia e spensieratezza  Conduce Paolo Patui

Sabato 23 Giugno, Cinema Splendor – ore 17.00

Sapori di una terra con Gianfranco Vissani

Gianfranco Vissani, chef di fama mondiale, si presenta a San Daniele per parlare dei sapori di una terra, ovvero del rapporto esistente tra la storia e la cultura di un territorio e i sapori che ne hanno formato nel tempo le caratteristiche della cucina, dell’ospitalità, della produzione agricola. Una chiacchierata piena di segreti sugli indelebili rapporti che legano ricette, sapori e odori alla storia così particolare e speciale della nostra regione. Conduce Gabriele Turissini

Sabato 23 Giugno, Cinema Splendor – ore 18.00

Luci e ombre dell’età moderna con Lella Costa

Lella Costa, attrice profondissima, donna battagliera, affabulatrice ironica, pungente, elegante, dialoga sulle grandi contraddizioni di una modernità che prova a convincerci che le competenze non sono indispensabili, che la propria ragione ha sempre ragione e che le donne dopo tutto hanno già avuto tutto. Come sempre con una leggerezza e una verve comica davvero uniche. Conduce Elena Commessatti

Sabato 23 Giugno, Cinema Splendor – ore 19.00

Il talento si coltiva in Friuli con Lodovica Comello

Quale stimolo interiore sta alle spalle di chi partendo dalla provincia approda poi ai grandi palcoscenici mondiali? Storia di una ragazza di San Daniele che ha il coraggio di uscire dai confini della propria terra per affrontare il mondo dello spettacolo internazionale e nazionale. Qual è il retaggio culturale, di sensibilità, di creatività che una terra di periferia le ha lasciato in dote? Su questi temi una star si confessa e regala alla fine una chicca musicale inedita e unica! Conduce Paolo Patui.  All’interno del percorso UN MIRACOLO CHIAMATO FRIULI

Domenica 24 Giugno, Biblioteca Guarneriana Antica – ore 11.00

Ornella Venica e Emilio Rigatti

Uno è un pedalatore flemmatico, lento, ma attento, l’altra è una produttrice di vino che senza fretta affina e degusta. Sapori e colori, paesaggi e aromi, territori e terreni: un viaggio ciclistico lungo percorsi e itinerari di un turismo che dal punto di vista del paesaggio e dal punto di vista del gusto non ha eguali in Italia. Conduce Angelo Floramo. All’interno del percorso UN MIRACOLO CHIAMATO FRIULI

Domenica 24 Giugno, Cinema Splendor – ore 16.00

Giuseppe Battiston e Piero Sidoti, un binomio fantastico

Un attore straordinario per bravura e sensibilità, un cantautore originale particolare: assieme formano un duo esilarante capace di domande e risposte alquanto improvvise e pungenti. Attraverso dialoghi e canzoni punzecchieranno o elogeranno luoghi comuni e particolarità del Friuli d’oggi. Conduce Paolo Patui. All’interno del percorso UN MIRACOLO CHIAMATO FRIULI

Domenica 24 Giugno, Cinema Splendor – ore 17.00

Bottecchia, e il Friuli delle salite e dei paesaggi

Con Claudio Gregori e Enzo Cainero. Gregori è la Bibbia del ciclismo, dal volto umano. Il suo Il corno di Orlando è uno splendido volume dedicato alla vita e all’epopea del campione friulano Bottecchia servirà da grimaldello per dialogare sul Friuli terra di assoluta eccellenza sportiva e regione dove si può praticare un turismo sportivo e alternativo grazie alla passione per uno sport che non rinuncia alla fatica, ma anzi, grazie a lei, regala vette, traguardi, paesaggi inimitabili. E’ prevista la partecipazione di un altro ospite sorprendente e straordinario. Conduce Antonio Simeoli. All’interno del percorso UN MIRACOLO CHIAMATO FRIULI

Domenica 24 Giugno, Cinema Splendor – ore 18.00

Elogio dell’ambiente e dello stare bene in Friuli

Le terre di periferia riescono ancora a essere degli spazi vitali e “naturali”? E’ proprio vero che defilati, eccentrici, periferici, voglia dire più naturali? E’ vero che in territori come il Friuli  si mantiene ancora un contatto con la natura meno devastante rispetto alle “centralità”? DOmande e tematiche su cui ragionerà Luca Mercalli, notissimo e apprezzato meteorologo e divulgatore scientifico che spiegherà così come mai vivere in Friuli possa ancora migliorare la qualità della vita. Conduce Paolo Medeossi

Domenica 24 Giugno, Cinema Splendor – ore 19.00

Morgan con Valentino Corvino: la canzone perfetta

Che cos’è una canzone? Che cosa ci vuole per fare una canzone? Un percorso parlato, suonato e cantato attraverso i suoi esempi più luminosi: da Tenco a Ciampi, dai Beach Boys ai Kiss, da Chopin a Kurt Cobain, da Fossati ai Duran Duran, attraverso canzoni sociali o solipsistiche, monocellulari o canzoni-mondo, canzoni aperte o chiuse, canzoni neonate o canzoni già vecchie, tutte interpretate e vissute dalla sensibilità di un grande artista. Conduce Elena Commessatti