Luigi Lo Cascio: il mio modo di leggere


giovedì 21 agosto 2008 • 20.45 Cinema Splendor, San Daniele del Friuli

Luigi Lo Cascio, attore nato sul palcoscenico, e divenuto poi una sorta di “icona” del cinema italiano contemporaneo, grazie a interpretazione mirabili come I cento Passi (Premio David di Donatello come miglior attore protagonista), La Meglio Gioventù, Buongiorno Notte, La bestia nel cuore, fino al recentissimo, Il dolce e l’amaro, sarà ospite di una eccezionale serata di LeggerMente, in cui si racconterà al pubblico, e spiegherà il ruolo e la funzione della lettura nella sua vita professionale, ma anche in quella intima e personale. Incontreremo e conosceremo un personaggio che il regista Marco Tulio Giordana ha così descritto in poche ma efficacissime parole: “La sua intelligenza, ironia, grazia, e soprattutto quel suo non prendersi troppo sul serio (pur essendo fra le persone più serie che conosco) è prova di acume, di senso di sé e anche di segretezza. Luigi infatti è una delle persone più misteriose che conosco: è infatti capace come pochi di recitare in sottrazione, di dire una cosa e farci capire che ne pensa un’altra, di non dir niente e di essere eloquente come un oratore.”
“Se devo scegliere tra Dostoevskij e un autore contemporaneo, alla fine opto sempre per il primo. Sarà perché nella mia vita l’esperienza della lettura è arrivata tardi e ho ancora tanto da imparare.” Luigi Lo Cascio